Avanzate Lettera Ad Un Amico Morto Crotone, La Dedica, Mister Al Figlio Morto «Non È La Mia

Crotone, la dedica, mister al figlio morto «Non è la mia, Lettera ad un amico morto

Altre Gallerie Lettera Ad Un Amico Morto

Avanzate Lettera Ad Un Amico Morto - La sua foto della grande maratona delle mele, con una medaglia per la partecipazione e un messaggio d'addio. Quindi i dipendenti di "car one" volevano non dimenticare il loro proprietario alberto d'auria, che morì il giorno stesso mentre passeggiava. "Lettera a un amico onesto, un uomo importante, un detentore inimitabile". Questa è l'intensificazione delle lettere che tiene: "ciao alberto, sì! Colto alla sprovvista ... ? reale! Molto sorpreso e con un enorme senso di vuoto interiore. Ma cosa non ti salva nessuna gente dal correre con la mente a tutto ciò che sei stato in grado di fornire a ciascuno. All'interno dell'azienda, in ogni angolo di esso, la tua voce echeggia. Ogni tanto toni severi, spesso scherzosi e ironici, ma costantemente fedeli alla tua persona inimitabile che ti ha reso speciale all'interno del occhi di coloro che ti conoscevano. La tua umiltà è stata e può essere un istruttore di vita per molti esseri umani, e il tempo non indebolirà in alcun modo il tuo ricordo. La tua allegria e positività aiuteranno molti di noi a superare i momenti di guai in modo che in realtà non mancheranno più. Non considerare nemmeno per un secondo che ora tutto è finito, dato che questo è semplicemente l'inizio di una corsa senza limiti, la gara che ha accompagnato la tua esistenza e quella è finita la tua prima passione. Ora, guardando il tuo sorriso di caramelle tra il cielo blu e il cielo, correremo collettivamente con te, possiamo correre per te, per raggiungere desideri sempre più ambiziosi. Vedrai costoso alberto, il tuo gruppo, la tua famiglia non ti deluderà e insieme alla tua benedizione vincerai continuamente. Questa volta ci hai dato il meglio degli insegnamenti, cioè che tra gli stili di vita e la perdita della vita ci potrebbe essere un momento più semplice e la fragilità della felicità è nascosta in esso. Il tuo equipaggio ". Ci scusiamo profondamente per aver preso la penna in mano per documentare l'ennesimo omicidio che ha avuto luogo nella prigione di rebibbia n.C. Abbiamo scritto "omicidio" senza paura di essere negato. La morte di uno dei nostri compagni è avvenuta al giorno d'oggi - tre settembre - ma si è trasformato in introdotto un po 'in passato. La cronaca e la cronologia dei dati è, a parte variazioni minime, la fotocopia di dozzine di statistiche comparabili che i dati di gestione della prigione senza avere una persona in prezzo, e i mass media, per la maggior parte impegnati e complici delle istituzioni, liquidare come casi di negligenza carceraria. Per noi è qualcosa che sta andando molto oltre la cattiva assistenza sanitaria, ed è per questo che usiamo il periodo di omicidio senza un sacco di frasi. Il nostro complice diventa affetto da numerose malattie tra cui diabete, insufficienza respiratoria infastidita dall'arrivo di polipi nasali e spazio vuoto orale e diverse problematiche che lo hanno reso un soggetto a rischio eccessivo e, senza dubbio, incompatibile con il regime carcerario. Si è trasformato in osservato senza vita nel suo letto, senza la squadra infermieristica degli operai e il caso notando qualcosa anche se doveva fornirgli una su quattro dosi giornaliere di insulina al mattino. La "prigione radiofonica" parla di un attacco di cuore coronarico, ma è poco importante sapere al momento prevalente lo scopo o le ragioni della morte perché, se fosse intervenuto nel tempo, con più professionalità, competenza e umanità, non dovrebbe si sono verificati più tempo. Sembra inutile copiare ciò che avevamo urlato per molti anni: per diminuire mori e non fornisce qualcosa a nessuno !! Quest'uomo terribile, così come le persone che lo hanno preceduto e che - sfortunatamente - arriveranno, miglioreranno le informazioni già alimentate delle morti in prigione, che sono già costituite da figure scandalose per un rustico che pretende di chiamarsi civile. Ci può essere un'indagine che, scusando il nostro consolidato pessimismo, porterà a una situazione di stallo: niente di colpevole, non responsabile: le diligenti forze di polizia, con la benedizione della magistratura, hanno visto l'esempio per eseguire ricerche con masse di unità canine che cercano di trovare chissà cosa ... O forse hanno cercato l'insulina che non avevano somministrato al mattino? !!! Vorremmo davvero che tutte le persone che nei caldi esteti comunicassero i drammi che si svolgono nelle carceri, tutti gli individui che fanno le loro straordinarie visite di cortesia e facciata, ci piacciono il cinismo e la diffidenza cementati attraverso anni di false garanzie - più di qualcosa da ripulire il proprio giudizio da ciò che è giusto e ciò che è sbagliato, riconoscere una volta per tutte ciò che in prigione muore e che ognuno è chiamato a rispondere della cosiddetta società civile. Nessuna persona esclusa !! La loro compassione "simbolica" ora non ci serve né ci aiuta, dobbiamo mettere le nostre armi alla seccatura e guardarla in modo significativo sulla tassa per sporcarci le braccia e far cadere alcuni preziosi voti politici. Siamo annoiati dal parlare dei morti e non potremmo in alcun modo smettere di combattere per il nostro proprio benessere, la dignità e la libertà. Potresti non ascoltare più i nostri atti di pietà e di vittimismo, il nostro è e potrebbe essere un gran terreno in opposizione a persone che fingono ipocritamente e codardamente di avere "a cuore le coronarie" i problemi dei prigionieri, ma che i prigionieri ora non consegnano un accidenti. Consentire ora non si sposta oltre. Salutiamo il nostro associato con amore e rabbia con la speranza che coloro che sono responsabili di tale vile cinismo e indifferenza siano lupi attraverso il rimorso della coscienza ammesso - e ora non siamo d'accordo con esso - ne abbiamo uno.